Sabatoepallanuoto.it
Archivio News

Europa Cup. Italia-Grecia 11-11, 7rosa terzo
Pubblicata il 04/02/2018
 
Europa Cup. Italia-Grecia 11-11, 7rosa terzo
Stampa Fin
Europa Cup. Italia-Grecia 11-11, 7rosa terzo
Un Setterosa dalle mille risorse e dall'infinita caparbietà pareggia contro la Grecia nell'ultima partita della prima fase dell'Europa Cup a Volos. La Nazionale di Fabio Conti, già certa della qualificazione alla Final Six (23-25 marzo), chiude comunque il girone B al terzo posto con sette punti. L'Italia - avanti 4-1 e 5-2 - viene rimontata dalla Grecia che conduce 9-5 nel terzo tempo e 11-9 a metà dell'ultimo quarto; nel finale la veemente risalita azzurra, guidata da una scatenata Garibotti autrice di una quaterna e dei due gol dal perimetro nel finale che fissano il pareggio.

Grecia-Italia 11-11
Grecia: Kouvdou, Tsoukala 2, Diamantopoulou, Eleftheriadou 2, Plevritou 1, Avramidou, Asimaki 1, Patra, Chydirioti 2, Kalargyrou, Plevritou 1, Xenaki 2, Diamantopoulou. All. Mofesis.
Italia: Gorlero, Tabani 1, Garibotti 4, Gragnolati, Queirolo, Aiello 1, Picozzi, Bianconi 3, Emmolo, Palmieri 2, Avegno, D'amico, Lavi. All. Conti.
Arbitri: Radicevic (Cro) e Jaumandreu (Esp).
Note: parziali 1-4, 6-1, 2-3, 2-3. Uscite per limite di falli V. Diamantopoulou (G) a 3'56 del terzo tempo e Tsoukala (G) a 1'45 del quarto tempo. Superiorità numeriche: Grecia 3/8 e Italia 7/12. In porta C. Diamantopoulou (G). Spettatori 100 circa.

La partita. Partenza rapida per le azzurre che trasformano la prima superiorità con Garibotti che sorprende sul primo palo Chrysoula Diamantopoulou dopo quarantaquattro secondi; e si portano sul 2-0 con Aiello che, in posizione di centroboa, capitalizza l'assist di Bianconi. Gorlero neutralizza due chance in extraplayer delle elleniche. In seguito Bianconi fissa il 3-0 con un tocco morbido dal perimetro; simile il gol di Eleftheria Plevritou che sblocca le padrone di casa (3-1). Setterosa veloce e determinato: ancora Bianconi, da posizione defilata e in superiorità, battezza l'angolo lontano e firma il nuovo +3 per il 4-1 che chiude la prima frazione. Il botta e risposta a suon di sciarpate tra Chydirioti e Palmieri vale il 5-2. In seguito passaggio a vuoto dell'Italia e greche che riequilibrano il punteggio con la doppietta di Xenaxi (perimetro e superiorità) ed Eleftheriadou (da posizione cinque) e successivamente mettono la freccia con Asimaki che sorprende Gorlero sul primo palo. Tsoukala ci fa male in extraplayer per il 7-5 all'intervallo lungo. Conti sfrutta la pausa per scuotere le "sue" ragazze che però falliscono due chance in superiorità numerica con Queirolo ed Emmolo e capitolano sul fendente di Margarita Plevritou (8-5) e sul diagonale di Tsoukala (9-5). Nove minuti di digiuno interrotti da Bianconi (superiorità) a 3'58 del terzo parziale. Il Setterosa si rianima e torna in scia con Tabani dall'angolo e il tap in di Palmieri per il 9-8 dopo tre quarti di gara. Cambia ancora l'andamento del match che torna di colore azzurro: elleniche imprecise e abuliche; non altrettanto Garibotti che toglie la ragnatela dal sette per il 9-9. L'Italia accusa la fatica della rimonta e la Grecia ne approfitta e piazza un altro mini break: Eleftheriadou dagli otto metri e Chydirioti dalla sinistra timbrano l'11-9. Sembra finita ma è un Setterosa dalle mille risorse e dall'infinito orgoglio: Garibotti si conferma cecchino infallibile e dal destro caldo e con due fiondate, l'ultima a trenta secondi dalla fine, brucia Chrysoula Diamantopoulou per l'11-11 finale.

Le parole del commissario tecnico Fabio Conti. "Una bella partita che abbiamo condotto bene all'inizio. Poi abbiamo pagato qualche errore individuale e tattico che però fa parte del percorso che stiamo intraprendendo in questo periodo della stagione e della preparazione. Successivamente mi è piaciuta molto la reazione delle ragazze che si sono ritrovate, tirando fuori grande giocate e il solito orgoglio. Sono quindi soddisfatto dell'andamento di questa prima fase dell'Europa Cup: riparto dalle inidicazioni positive e dai segnali di crescita incoraggianti ricevuti dal gruppo".

Le azzurre per Volos: Elisa Queirolo, Sara Dario (Plebiscito Padova), Giulia Emmolo (Olympiacos), Agnese D'Amico (Waterpolo Messina), Rosaria Aiello, Arianna Garibotti, Valeria Palmieri e Roberta Bianconi (L'Ekipe Orizzonte), Agnese Cocchiere (Bogliasco Bene), Arianna Gragnolati, Federica Lavi, Silvia Avegno (Rapallo Pallanuoto), Chiara Tabani, Giuditta Galardi, Domitilla Picozzi (SIS Roma) e Giulia Gorlero (Cosenza Pallanuoto).
Nello staff insieme al commissario tecnico Fabio Conti, l'assistente Paolo Zizza, il medico federale Gianluca Camillieri, la psicologa Flavia Sferragatta, la fisioterapista Simona Tozzetti, il preparatore atletico Simone Cotini e il team manager Barbara Bufardeci.
Letture: 53

Carpisa


Yamamay


Jaked More than skin


Ariston



Pierpaolo Capano
by
sabato è pallanuoto


:: website project by :: www.yes.it
Amministrazione »