Sabatoepallanuoto.it
Archivio News

A1 femminile Final Six Finale Scudetto
Pubblicata il 13/05/2019
 A1 femminile – Final Six – Finale Scudetto

EKIPE ORIZZONTE-SIS ROMA 6-3 (1-1, 2-0, 1-2, 2-0)

Ekipe Orizzonte: Gorlero, Ioannou 2, Garibotti 1, Bianconi 1, R. Aiello, D. Spampinato, Palmieri, Marletta 1, Van der Sloot 1, Koolhaas, Riccioli, Santapaola, Condorelli. All. Miceli

SIS Roma: Sparano, Tabani, Galardi 2, Tori, S. Motta, Tankeeva, Picozzi, Sinigaglia, Nardini, Di Claudio, Chiappini 1, Fournier, Brandimarte. All. Capanna

Arbitri: Peris (Cro) e Ferrari (Ita)

Note:Uscite per limite di falli Tabani (R) a 1’59 e Koolhaas (E) a 4’13 del quarto tempo. Superiorità numeriche: Ekipe Orizzonte 3/9, SIS Roma 0/8. Ammonito per proteste il tecnico Capanna (R) a 3’08 del terzo tempo. Spettatori 1400 circa. Prima dell’inizio della gara l’assessore allo sport del Comune di Catania, nonché presidente della FIN Sicilia, Sergio Parisi ha consegnato alla signora Graziella, accompagnata dalle figlie di Mauro Maugeri Marta e Nicoletta, una targa per ricordare l’amico e tecnico catanese che ci ha lasciati il 30 novembre 2017.

Ha aspettato, ha sofferto, ma alla fine l’Ekipe Orizzonte ha messo le mani sullo scudetto della seconda stella. Il sole va e viene sulla piscina della Plaia, ma il pubblico di Catania non smette mai di incitare le ragazze di Martina Miceli nella finalissima, vinta contro una SIS Roma dal cuore enorme, ma ancora non al livello delle etnee sul piano del gioco e delle individualità. Nel momento più importante della stagione, l’Orizzonte gioca le sue gare migliori, meritando pienamente il titolo di campione d’Italia. Nella finale a fare la differenza sono i nervi e la qualità di Bianconi e compagne. Le due squadre difendono alla morte, lottano su ogni pallone, ma nei momenti clou sono le etnee a prevalere. Lo fanno con le fuoriclasse, ma anche con le cosiddette gregarie: i gol più pesanti, in questa finale, li segnano Marletta e Ioannou, due abituate a lasciare alle compagne i riflettori. Da sottolineare la prestazione del difensore napoletano, che dopo il forzato anno sabbatico di due anni fa meritava una giornata del genere. Suo il gol che chiude l’incontro, vissuto in equilibrio fino all’ultimo quarto: Orizzonte in vantaggio fino al 3-1 nei primi due quarti, grazie soprattutto ad un migliore uomo in più. Poi il ritorno della SIS Roma, spinta dalla propria grinta e dalla qualità di Galardi, che dai due metri segna una beduina fantastica per il 3-3. Marletta rimette avanti l’Orizzonte pochi secondi prima dell’ultimo intervallo (ma che assist da Garibotti), poi nell’ultimo quarto Bianconi (palomba perfetta) e Ioannou mettono al sicuro il risultato. Festa grande alla Plaia: l’Orizzonte è tornata regina del campionato, 8 anni dopo l’ultima volta.
***



Finale 3° posto

PLEBISCITO PADOVA-RAPALLO 11-4 (3-1, 1-2, 5-0, 2-1)

Plebiscito Padova: Teani, Barzon, I. Savioli 1, Gottardo, Queirolo 4, Casson, A. Millo 1, Dario 1, Grab 1, Ranalli 2, Meggiato, Armit 1, Giacon. All. S. Posterivo

Rapallo: Lavi, Zanetta, Viacava, Avegno, Marcialis 1, Gagliardi, Co’, A. D’Amico, Emmolo 1, Zimmerman 1, A. Genee, A. Cocchiere 1, Risso. All. Antonucci

Arbitri: Nicolosi e Calabrò

Note: Espulsa con sostituzione Gottardo (P) a 7’35 del terzo tempo. Uscite per limite di falli Genee (R) a 7’35 del terzo tempo, Dario (P) a 28″, Marcialis (R) a 3’12 e Zimmerman (R) a 6’30 del quarto tempo. Superiorità numeriche: Plebiscito Padova 5/13, Rapallo 2/12 + un rigore parato da Teani ad Emmolo a 3’32 del primo tempo, sul 3-1. Ammoniti per proteste i tecnici Antonucci (R) a 5’13 del primo tempo e Posterivo (P) nell’intervallo tra il secondo e il terzo tempo. Il portiere Risso (R) sostituisce Lavi a 90 secondi dalla fine. Spettatori 300 circa.

Il Plebiscito Padova domina la finalina per il 3° posto alla Plaia di Catania, regolando il Rapallo per 11-4 e guadagnando così l’accesso alla prossima Euro League.
Letture: 37

Carpisa


Yamamay


Jaked More than skin


Ariston



Pierpaolo Capano
by
sabato è pallanuoto


:: website project by :: www.yes.it
Amministrazione »