Sabatoepallanuoto.it
Archivio News

A1. Rapallo terza, risale Posillipo
Pubblicata il 13/01/2018
 
A1. Rapallo terza, risale Posillipo
Stampa Fin
A1. Rapallo terza, risale Posillipo
Completata - dopo i due anticipi di mercoledì - la dodicesima giornata, penultima d'andata, della serie A1 maschile. Seconda con 33 punti, a meno tre dalla Pro Recco capolista a punteggio pieno, la Banco Bpm Sport Management che supera agevolmente la Bogliasco Bene, mandando a segno nove giocatori di movimento, con quaterna di Valentino Gallo.
Vittoria esterna della Canottieri Napoli che supera 12-8 la Seleco Nuoto Catania, malgrado la quaterna di Privitera. I giallorossi - sempre quarti in classifica - chiudono avanti 5-2 la prima frazione; poi strappano con due mini break: la doppietta di Velotto e il gol del centroboa Lapenna valgono il 9-4; le reti di Campopiano e del giovane Confuorto il determinante 11-5.
Quinta, distante un punto dalla Canottieri, l'Ortigia che sconfigge 7-5 la RN Florentia. Toscani avanti 3-2 a metà gara e 4-3 nel terzo tempo. I biancoverdi ribaltano il risultato con Di Luciano e Giacoppo (5-4) e - dopo il 5-5 di Di Fulvio - trovano il doppio vantaggio nel finale con Casasola e Vapenski, autore di una tripletta.
Le quaterne di Marziali e Foglio e Negri imbattuto fino al diciottesimo minuto per il Circolo Nautico Posillipo che nel derby travolge 13-5 l'Acquachiara ATI 2000 sempre ultima a quota zero. I biancoverdi agganciano al nono posto, l'ultimo utile per evitare i playout, con dodici punti la Seleco Nuoto Catania, due in più della Bogliasco Bene, quattro della Pallanuoto Trieste e otto rispetto alla Torino 81.

La diretta di Waterpolo Channel. Savona conquista la sesta vittoria consecutiva e mantiene il quarto posto solitario. Alla Monumentale batte 8-5 il Reale Mutua Torino 81 Iren e respinge gli attacchi di Canottieri Napoli e Ortigia che la tallonano in classifica. Avvio bruciante dei liguri di Angelini con la conclusione di Piombo, la prodezza del talento ungherese Teleki e la superiroità numerica finalizzata da Steardo. Il primo gol dei padroni di casa, penultimi a quota 4, lo segna D'Souza con l'uomo in più dopo 5'23" di gioco. Sul finale di primo tempo Guimaraes in controfuga ha la palla del +3 ma Rolle para. Il 4-1 arrriva in apertura di secondo tempo: Damonte con un diagonale da posizione 2 (sulla destra del semicerchio offensivo) merita gli applausi degli oltre 600 spettatori. Torino non perde la testa e si rifa sotto con Gandini, di nuovo con l'uomo in più, ma Savona è visibilmente superiore e in sei minuti realizza il secondo break di 3-0 che segna il solco (palomba di Damonte e doppietta di Steardo). La squadra di Aversa continua a giocare ma sbaglia troppo in superiroità numerica (la media finale sarà 4/12) e il canadese D'Sousa è il più concreto (ma nel quarto tempo esce per limite di falli). A sette minuti dalla fine Ravina fa 8-4 in tripla superiorità numerica, un minuto dopo Soro devia su palo la conclusione di Gandini dai cinque metri, a 100 secondi dalla sirena Gandini, in superirotà, rende meno pesante la sconfitta e si fa perdonare per l'errore commesso in occasione del rigore. Savona fa festa ma anche Angelini dovrà correggere la media in superiorità (3/11).

GLI ANTICIPI DEL MARTEDI'. Veleggia a punteggio pieno la Pro Recco che batte 9-2 la Pallanuoto Trieste senza patemi. Troppo il divario tecnico tra i campioni d'Italia e i giuliani che timbrano il primo gol a metà terzo tempo con Podgornik. In acqua anche l'AN Brescia, che sabato 13 gennaio sara impegnata insieme al Recco in Champions League, contro la Lazio al Foro Italico. Per i lombardi pronto riscatto e vittoria 10-5 dopo la sconfitta proprio contro i campioni d'Italia. La doppietta di Janovic e le reti di Paskovic e Bertoli mettono subito in chiaro le cose nella prima parte. La prima rete laziale è firmata dal baby centroboa Spione a trenta secondi dal riposo lungo. Guidi chiude il break di 3-0 nel terzo tempo, con la Lazio che mantiene fino alla fine le cinque reti di distanza, divertendosi nel pirotecnico 3-3 del quarto parziale.

Serie A1 maschile - 12^ giornata

Pro Recco-Pallanuoto Trieste 9-2
Lazio Nuoto-AN Brescia 5-10
CC Ortigia-RN Florentia 7-5
Seleco Nuoto CT-Canottieri Napoli 8-12
Acquachiara ATI 2000-CN Posillipo 5-13
Banco Bpm Sport Management-Bogliasco Bene 17-4
Reale Mutua Torino 81 Iren-RN Savona 5-8 - trasmessa live su Waterpolo Channel

Consulta la classifica

A1 femminile. Si chiude il girone d'andata con la nona giornata. L'Ekipe Orizzonte si conferma in testa alla regular season battendo 20-8 nel derby la Waterpolo Messina. Le giallorosse tengono fino al 4-4 di Screnci. Poi lo strappo decisivo delle etnee con due break: il primo firmato da Riccioli, Aiello, Garibotti e dalla doppietta di Bianconi vale il 9-4; il successivo da Garibotti, Palmieri, Aiello, Riccioli, Bianconi, Morvillo e dai due gol dell'olandese Van der Sloot il 17-5.
Al secondo posto della regular season - distante quattro lunghezze dall'Orizzonte in testa con 22 punti -, la Plebiscito Padova che mette alle spalle il periodo no, passando 10-5 in casa della RN Florentia a cui non basta la tripletta di Lapi. Le venete, che difendono dodici azioni in inferiorità numerica su tredici, si portano sul 4-1 nel secondo tempo; e in seguito scappano con i gol in sequenza di Savioli, Barzon e la doppietta di Queirolo che fissano il decisivo 9-3.
Terza forza del torneo, a meno tre da Padova, la Rapallo Pallanuoto che si impone 8-7 sulla Kally NC Milano. Le lombarde restano in partita fino al 6-6 di Crevier che chiude la terza frazione; in seguito Lavi para un rigore a Ranalli e le liguri allungano Gragnolati e Van der Graaf. Menczinger griffa l'8-7 che rimette in scia le meneghine ma la rimonta non riesce.

La diretta di Waterpolo Channel. Buon punto del Cosenza a Bogliasco. Le calabresi fermano sul 5-5 le padrone di casa e lasciano al Messina l'ultimo posto in cassifica. E' il primo pareggio stagionale della squadra allenata da Marco Capanna, dopo il successo ottenuto in casa nella quarta giornata con Milano (6-5). Un risultato confortante per Cosenza che, proprio in settimana, aveva dovuto rinunciare a Garritano e Greco, ferme (forse per tutta la stagione) per motivi di studio. Partita vivace, in cui le squadre hanno provato a superarsi fino alla fine. Inizia meglio Bogliasco, due volte in vantaggio nel primo tempo con Viacava; nel secondo Cosenza prova il break con Kuzina e Silvia Motta e Bogliasco replica con il terzo gol personale di Viacava. Le padrone di casa, guidate a bordovasca da Mario Sinatra, firmano il controbreak nel terzo periodo: a segno Cocchiere e Rambaldi. Kuzina a 4'30" dalla fine segna il gol del pareggio (anche lei realizza la tripletra personale) ma nessuna delle due squadre sembra accontenarsi del risultato. Negli utlimi minuti le occasioni si sprecano; Gorlero è tra le protagoniste calabresi, così come la giovane centroboa Cocchiere per le liguri.

Recupero. Il 20 gennaio (13.15) si disputa il match RN Florentia-Cosenza Pallanuoto valevole per la settima giornata.

Serie A1 femminile - 9^ giornata

Bogliasco Bene-Cosenza Pallanuoto 5-5 - trasmessa live Waterpolo Channel
RN Florentia-Plebiscito PD 5-10
Waterpolo Messina-L'Ekipe Orizzonte 8-20
Rapallo Pallanuoto-Kally NC Milano 8-7
Letture: 238

Carpisa


Yamamay


Jaked More than skin


Ariston



Pierpaolo Capano
by
sabato è pallanuoto


:: website project by :: www.yes.it
Amministrazione »