Sabatoepallanuoto.it
Archivio News

Coppa Italia. Trofeo all'Ekipe, 12-6 alla SIS
Pubblicata il 11/02/2018
 
Coppa Italia. Trofeo all'Ekipe, 12-6 alla SIS
Stampa Fin
Coppa Italia. Trofeo all'Ekipe, 12-6 alla SIS
L'Orizzonte torna a vincere la coppa Italia cinque anni dopo il secondo successo ottenuto proprio al centro federale di Ostia. Batte per 12-6 (parziali 4-0, 2-1, 2-3, 4-2) la SIS Roma (sconfitta già tre mesi fa per 13-6 nella finale della FIN Cup disputata nello stesso impianto) con una prova autorevole, che indirizza il match sin dal primo parziale chiuso sul 4-0 con una doppietta di Garibotti (2) e le reti di Aiello e Bianconi. La statunitense Johnson sembra già pienamente integrata; chiama tempi, posizioni e schemi in italiano e si muove come un gatto che non teme l'acqua tra i pali. La Roma non rientra mai in partita e segna il primo gol dopo 9 minuti con Centanni in superiorità numerica. Agevole per l'Ekipe - bella da vedere e autrice di una buona prova d'insieme - controllare gioco e risultato, reso meno pesante da un breve passaggio a vuoto sfruttato due volte da Picozzi e da Centanni (da 6-1 a 6-4).
In precedenza Cosenza aveva vinto la finale del 3° posto. Battuta la Bogliasco Bene per 7-5 (parziali 1-1, 4-1, 0-2, 2-1) grazie ad un break di 5-0 piazzato a cavallo del primo tempo con due gol di Citino e le reti di Nicolai, Silvia Motta e Kuzina. Successivamente le calabresi, protette dall'ottima prestazione di Gorlero, hanno gestito il vantaggio pur senza segnare per quasi 12 minuti.

Tre campioni olimpici in panchina. Sono il tecnico Martina Miceli e il dirigente, ex capitano del Setterosa, Tania Di Mario su quella dell'Ekipe Orizzonte e Pierluigi Formiconi alla guida della SIS Roma. Nell'estate del 2004, ad Atene, il cittì Formiconi e le azzurre Miceli e Di Mario condivisero lo storico successo del Setterosa ai Giochi Olimpici.

Finale 1° posto / SIS Roma-L'Ekipe Orizzonte 6-12. Dopo 80 secondi Catania è già avanti 2-0 con Aiello e Garibotti, la Roma si rende pericolosa con Picozzi ma la campionessa olimpica Johnson respinge con sicurezza, poi Bianconi dalla posizione di centro-sinistra e capitan Garbotti alla prima superiorità numerica per il 4-0 iniziale. Roma si sblocca e con Cetanni segna il primo gol dopo 9'04 di gioco (superiorità); anche Sparano è più reattiva fra i pali, ma L'Ekipe quando affonda è inarrestabile: doppietta di Bianconi e nuovo strappo (6-1). Nel terzo tempo Picozzi prova a rimettere in gioco le compagne, chiama i movimenti e segna due gol; Centanni pesca il jolly e indirizza la palla all'incrocio dei pali dove neanche Johnson riesce ad arrivare (6-4). Quando la gara sembra riaperta Garibotti su rigore e Aiello dal centro allontanano il pericolo. Nell'ultimo periodo L'Ekipe realizza un parziale di 5-1 (7 gol consecutivi considerando i due di fine terzo) e nel finale la SIS si rivede con Galardi (palomba) che fissa il risultato.

Finale 3° posto / Cosenza Pallanuoto-Bogliasco Bene 7-5. Approccia meglio la gara il Bogliasco che nel primo tempo costruisce cinque chiare occasioni da gol realizzandone, però, una soltanto con Casey al minuto 4'18". Merito anche dell'azzurra Gorlero che in un paio di occasioni si supera (da applausi la chiusura su Cocchiere in controfuga). Poi Citino pareggia il conto per Cosenza e si va al secondo tempo. Bogliasco non punge più come prima, anche in superiorità, mentre Cosenza ritrova sicurezza e precisione: Nicolai e Silvia Motta in superiorità, Kuzina con una palomba e Citino dal centro allungano sul 5-1. Dopo dodici minuti Rambaldi Guidasci interrompe il digiuno ligure. Trascorre un minuto del terzo tempo e la partita cambia di nuovo; Silvia Motta e Cocchiere si strattonato ed escono per reciproche scorrettezze, Casey realizza il rigore, Citino trova il gol di potenza e Bogliasco rientra in gioco (5-4 e Gorlero che tiene avanti le calabresi con un'altra superparata con la mano sinistra). Nell'ultimo tempo cala il ritmo. Roberta Motta con un tiro dalla distanza e la vicecapitana Citino, che sorprende Malara, chiudono la partita; Maggi a tre minuti dalla fine riduce il gap ma Cosenza è brava a gestire il possesso.

cosenza ok
Cosenza 3^ classificata

bogliasco ok
Bogliasco Bene 4^ classificata

Le premiazioni. Sono state effettuate dal presidente della Federnuoto Paolo Barelli, insieme ai consiglieri federali Giuseppe Marotta e Nello Russo, al dirigente federale Gianfranco De Ferrari, al presidente del GUG Roberto Petronilli e al cittì del Setterosa Fabio Conti.

Tabellini delle semifinali disputate sabato
Cosenza Pallanuoto-SIS Roma 9-11
L'Ekipe Orizzonte-Bogliasco Bene 7-4

Tabellini delle finali
Cosenza-Bogliasco Bene 7-5 / 3° posto
SIS Roma-L'Ekipe Orizzonte 6-12 / 1° posto

foto di Andrea Staccioli / deepbluemedia.eu

Albo d'oro
2012 Orizzonte Catania
2013 Orizzonte Catania
2014 Rapallo Pallanuoto
2015 Plebiscito Padova
2016 Bogliasco Bene
2017 Plebiscito Padova
2018 L'Ekipe Orizzonte

Finali delle precedenti edizioni
2012 final 4 a Sori / Venosan Catania-NGM Firenze 13-12
2013 final 4 a Ostia / Geymonat Orizzonte Catania-Rapallo 8-7
2014 final 4 a Rapallo / Rapallo-Orizzonte Catania 11-10
2015 final 4 a Messina / Plebiscito Padova-Despar Messina 12-6
2016 a Ostia / Final 6 a girone: 1. Bogliasco Bene 13, 2. Rapallo 10, 3. Plebiscito Padova 9, 4. Mediostar Prato 6, 5. Città di Cosenza 6, 6. L'Ekipe Orizzonte 0
2017 final 6 a Ostia / Plebiscito Padova-Waterpolo Messina 14-5
2018 final 4 a Ostia / SIS Roma-L'Ekipe Orizzonte 6-12
Letture: 38

Carpisa


Yamamay


Jaked More than skin


Ariston



Pierpaolo Capano
by
sabato è pallanuoto


:: website project by :: www.yes.it
Amministrazione »