Sabatoepallanuoto.it
Archivio News

Finals Europa Cup. Settebello a Rijeka
Pubblicata il 04/04/2018
 
Finals Europa Cup. Settebello a Rijeka
Stampa Fin
Finals Europa Cup. Settebello a Rijeka
Parte dal Centro Federale di Trieste la strada verso le finals di Europa Cup. Il Settebello è atteso dal primo grande appuntamento della stagione: la final eight della edizione d'apertura dell'Europa Cup, che si disputerà a Rijeka (Fiume) dal 5 all'8 aprile. E' stata una rifinitura di lusso quella della mattina alla piscina Bianchi di Trieste, perchè la nazionale italiana di pallanuoto ha ricevuto l'in bocca al lupo da parte del Sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza, e l’Assessore allo sport, Giorgio Rossi, accompagnati da Franco Del Campo, direttore del Centro Federale Trieste, e dal Presidente del Comitato Fin Friuli Sergio Pasquali. Nel pomeriggio il trasferimento in pullman nel capoluogo del golfo del Quarnaro dove gli azzurri affronteranno la Spagna, l'Ungheria argento mondiale e bronzo europeo, e la Grecia nel girone A; il girone B sarà formato dalla Serbia, campione olimpico ed europeo e bronzo mondiale, dal Montenegro vice campione europeo, dalla Croazia oro mondiale e argento olimpico e dalla Francia.
Il torneo si disputerà nello splendido stadio del nuoto Kantrida. L'Italia - bronzo olimpico - esordirà il 5 aprile alle 17.30 contro gli iberici, poi incontrerà il 6 aprile alle 16.00 contro i magiari e il 7 aprile sempre alle 16.00 contro gli ellenici. Le finali si giocheranno incrociando direttamente i piazzamenti nei due gironi. Prevista la diretta di tutti i match su Rai Sport + HD con la telecronaca di Dario Di Gennaro e il commento tecnico di Francesco Postiglione.

LE DICHIARAZIONI DEL CITTI'. Con la finale di Europa Cup chiudiamo la parte invernale della preparazione. E' stato un periodo anche difficile con infortuni importanti come quelli di Aicardi e Gallo. Sto provando alcune soluzioni che non siano di ripiego ma già certezze. Ci sono degli innesti nuovi di giovani e meno giovani, che sto provando per permettermi di costruire la squadra che andrà agli europei di Barcellona della prossima estate. Si alza l'asticella della difficoltà, con grandi squadre in acqua e grande intensità con una partita dietro l'altra. Questo ci darà le indicazioni soprattutto sulla tenuta fisica e psichica della squadra. Sono positivo sul livello raggiunto della squadra. Il gruppo è coeso e il gioco va migliorando con le partite che ci daranno un feedback importante.
Questa finale è strepitosa perchè vede le migliori squadre al mondo darsi battaglia, basta vedere la differenza che c'è con le finali intercontinentali in Nuova Zelanda. Sono sicuro che la Croazia organizzerà al meglio l'evento, che avrà grande copertura mediatica a partire dalla diretta da parte della Rai e delle altre televisioni nazionali che ne hanno acquisito i diritti. Mi auguro che l'Ebu rimanga soddisfatta dello spettacolo per dare maggiore diffusione anche su canali specializzati internazionali come Eurosport: Mi aspetto partite di buon livello anche se le nazionali anche non sono al 100% per gli impegni precedenti dei club, ma tutto l'evento sarà ottimo dal punto di vista organizzativo e tecnico.

PRIMO TURNO. Gli azzurri hanno passato brillantemente il primo turno (16-18 febbraio), vincendo alla piscina comunale di via del Fante di Palermo tre gare su tre. Battuti la Germania 16-4, il Montenegro 9-5 e la Russia 15-10.

I CONVOCATI: Zeno Bertoli, Marco Del Lungo, Nicholas Presciutti (AN Brescia), Pietro Figlioli, Andrea Fondelli e Gianmarco Nicosia (Banco Bpm Sport Management), Vincenzo Dolce e Alessandro Velotto (CC Napoli), Michael Bodegas, Guillermo Molina, Oscar Echenique, Francesco Di Fulvio (Pro Recco), Luca Damonte (RN Savona), Vincenzo Renzuto Iodice (Jug Dubrovnik), Giacomo Casasola (CC Ortigia).
Nello staff, con Campagna, il capo delegazione Giuseppe Marotta, l'assistente tecnico Amedeo Pomilio, il team manager Alessandro Duspiva, il fisioterapista Luca Mamprin, il medico Nicola Arena, il preparatore atletico Alessandro Amato, la psicologa Bruna Rossi, il videoanalista Francesco Scannicchio. Arbitro al seguito Raffele Colombo.

GLI ARBITRI DELLA FINAL EIGHT: Gomez (ESP), Vlasic (CRO), David (FRA), Achladiotis (GRE), Szekely (HUN), Colombo (ITA), Ivanovski (MNE), Stanojevic (SRB). Delegati: Lonzi (ITA) e Perisic (SRB).
Letture: 129

Carpisa


Yamamay


Jaked More than skin


Ariston



Pierpaolo Capano
by
sabato è pallanuoto


:: website project by :: www.yes.it
Amministrazione »